Il Mistero del Veltro Dantesco

panoramica_naldoni-la-dante_lr

“Siamo particolarmente felici di poter inaugurare questa rassegna perché è la prima volta, dopo 125 anni dalla sua fondazione, che presso laSocietà Dante Alighieri viene trattato il tema di Dante esoterico e siamo onorati di farlo con l’Associazione Archeosofica”: con queste parole Marisol Burgio d’Aragona, responsabile dell’Ufficio Eventi Speciali della Società Dante Alighieri di Roma ha aperto Giovedì 6 Novembre 2014 il ciclo di conferenze dal titolo “Il Mistero del Veltro Dantesco” proposto dall’Associazione Archeosofica.

Ispirata all’omonimo testo scritto dal Presidente dell’Associazione Archeosofica, Alessandro Benassai, la rassegna durerà fino a Maggio 2015 presentando un viaggio in sette tappe alla ricerca dei tesori nascosti tra le righe degli scritti in prosa e in versi del Sommo Vate ed in particolare della Divina Commedia.

Ciascuno degli incontri in programma si soffermerà su un aspetto di quella misteriosa dottrina che, sotto i veli dell’interpretazione polisensa del testo dantesco, custodisce le chiavi per penetrarne i significati profondi, direttamente correlati con il cammino di reintegrazione dell’anima umana in Dio. Un ruolo prioritario nell’ambito di questo cammino viene attribuito da Dante al Veltro (Inf. I, 100-111), la figura centrale della prima e principale profezia contenuta nella Commedia.

locandina-veltro-dantesco1Primo appuntamento del ciclo, “Il linguaggio simbolico di Dante e dei Fedeli d’Amore”, a cura di Franco Naldoni, in programma per il 6 Novembre 2014, è un’introduzione al simbolismo del testo dantesco e ai suoi plurimi livelli di significato che procedendo dal letterale al morale, dall’allegorico all’anagogico, elevano il cuore fino a renderlo partecipe di una realtà non solo storica ma anche metastorica.

g_de%20martino_la_dante_091

A seguire, l’11 Dicembre 2014, nella conferenza intitolata “La dottrina che s’asconde – Dante segreto da Boccaccio ai nostri giorni”, Gianluca De Martino presenta una rassegna metodica, a tratti sorprendente, degli studiosi di Dante e delle loro scoperte, giungendo a dimostrare come tutti loro siano ormai concordi nel sostenere che all’interno della Divina Commedia non solo vi sono celati dei segreti ma serpeggi una vera e propria dottrina per la salvezza dell’anima

Il 15 Gennaio 2015 l’incontro con il pubblico di Sara Castrini, “Il viaggio Dante e la Cerca del Graal – corrispondenze mitiche e coincidenze storiche”, si concentrerà sullo stretto legame esistente tra l’ascesa di Dante fino alla visione beatifica così come è descritta nella Commedia e le avventure ambientate nella “Bretagna Azzurra” da quei romanzieri del ciclo arturiano che fecero risuonare in tutta l’Europa medioevale l’eco di una leggenda antichissima, legata al misterioso nome di Santo Graal.

Un evento speciale è previsto per il 12 Febbraio 2015 con l’intervento intitolato “Profetismo e Criptologia Danteschi” a cura del Prof. Aldo Onorati, critico letterario, giornalista e scrittore di numerosi libri su Dante.

Il 19 Marzo 2015, per il quinto incontro, “E donna mi chiamò beata e bella – la Beatrice di Dante” è previsto il ritorno a Palazzo Firenze di Franco Naldoni il quale parlerà al pubblico dell’identità filosofica, teologica e mistica di quella Beatrice che nel Paradiso accompagna Dante a San Bernardo di Chiaravalle perché possa infine salire al cospetto della Vergine.

La “Lectura Dantis – Inferno I, II e III” proposta da Gianluca De Martino e Sara Castrini per il 16 Aprile 2015 prenderà in esame l’inizio del viaggio di Dante interpretandolo alla luce del simbolismo, dell’allegoria e dell’anagogia.

Infine, il 14 Maggio 2015, tutti gli elementi dottrinali evidenziati nel corso della rassegna concorrono alla formulazione di un’interpretazione de “Il Mistero del Veltro Dantesco”, titolo della conferenza con cui Gianluca De Martino e Sara Castrini concluderanno il ciclo. Cosa o chi è il Veltro secondo Dante? Come opererà? Dove? Quando? Tutti gli incontri in programma, gratuitamente aperti al pubblico, si terranno a Palazzo Firenze, in Piazza Firenze, 27, Roma.

la%20dante%20-%20terzo%20incontro%20-%20sara%20castrini%2021

W la Musica

copertina

W LA MUSICA Una nuova e originale iniziativa per rendere omaggio agli innumerevoli aspetti della musica in 6 Temi con guida all’ascolto ed esecuzioni dal vivo Lohengrin e Parsifal. Il Graal in musica secondo Richard Wagner Le forme della musica La Musica e il Cosmo. Viaggio nelle scale musicali Musica e stati d’animo La Magia del Canto. Musica e Melurgia Il potere della musica Il primo appuntamento, condotto dal Direttore d’Orchestra Aurelio Canonici, che parlerà delle opere che Wagner ha dedicato al tema del misterioso Graal, domenica 10 Novembre alle ore 11, Sezione Arte e Musica dell’Associazione Archeosofica a Pistoia, in Piazza dello Spirito Santo 1.

farfuri1

LOHENGRIN E PARSIFAL. IL GRAAL IN MUSICA SECONDO RICHARD WAGNER Wagner dedicò due tra le sue più importanti opere al tema del Graal, alla sua apparizione magica, al suo potere sovrannaturale: Lohengrin e Parsifal. L’ascolto del Preludio del Lohengrin fece provare al poeta Baudelaire la sensazione di immensità, di luce infinita, di assenza di gravità. Quello del Parsifal fece percepire al filosofo Nietzsche “un sentimento sublime e straordinario”. “Grazie a degli esempi suonati al pianoforte e a degli ascolti discografici analizzeremo come Wagner sia riuscito attraverso i suoni a evocare tale dimensione incantata e sovrannaturale”, ci spiega il direttore d’orchestra Aurelio Canonici, relatore della conferenza. AURELIO CANONICI, direttore d’orchestra, compositore, organizzatore musicale, scrittore, didatta e conferenziere, ha tenuto concerti di musica sinfonica, operistica, sacra, colonne sonore e musica di contaminazione in Italia, Austria, Germania, Spagna, Polonia, Turchia e Ungheria. L’ingresso è libero.

San Galgano 2013

san-galgano-ultrafania

Nella suggestiva ambientazione dell’Abbazia di San Galgano a Chiusdino si è svolto il 15 Settembre 2013 l’annuale raduno internazionale delle sedi dell’Associazione Archeosofica. Il tema di quest’anno era Ultrafania e Musica Archeosofica.

Per l’occasione il Coro Santa Cecilia di Firenze ha eseguito dei brani di musica sacra composti da A. Benassai e diretti da A. Canonici, intervallati dalla lettura di poesie a carattere sacro. A rendere indimenticabile la serata, una cornice luminosa alla musica e ai testi è stata fornita dalle proiezioni lungo le austere pareti dell’abbazia cistercense di creazioni artistiche multicolori.

Il Tempio di Osiride Svelato (2012)

osireion-02

Rinnovando la collaborazione al fotografo Paolo Renier, gli amici dell’Associazione Archeosofica hanno dato il loro sostegno all’iniziativa “Il Tempio di Osiride Svelato” con due conferenze dedicate alle origini divine della regalità e all’astronomia egiziana.

osiride21

IL TEMPIO DI OSIRIDE SVELATO

L’antico Egitto nell’Osireion di Abydos Scuola Grande San Giovanni Evangelista – Venezia Manifestazioni dal 2 giugno al 21 ottobre 2012

L’Osireion, il tempio funerario di Osiride ad Abido e una della più importanti costruzioni della XIX dinastia, oggi si trova in stato di abbandono con acqua stagnante che impedisce l’accesso ai visitatori e pesci gatto che nuotano attorno ai pilastri della sala ipostila. Il Progetto Abydos, nato grazie all’iniziativa del fotografo veneziano Paolo Renier, cerca proprio di far conoscere il sito al grande pubblico e di sensibilizzarlo sulle pessime condizioni attuali dell’edificio di Seti I.

E nell’ambito del progetto, tra il 2 giugno e il 21 ottobre 2012, presso la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista di Venezia si terrà la mostra “Il Tempio di Osiride Svelato – L’Antico Egitto nell’Osireion di Abydos”.

osiride31

Durante la rassegna sarà ricostruita a grandezza naturale la “stanza del sarcofago” con il soffitto astronomico che rappresenta la dea Nut e il percorso del Sole. Poi, accanto a gigantografie che riproporranno gli ambienti templari, saranno esposti reperti forniti dal Museo Egizio di Firenze, tra cui una testa di Seti I in granito, un busto di Ramesse II e un sarcofago di età tolemaica restaurato e presentato per la prima volta al pubblico.

Programma

2 giugno ore 18.45 Matthew Adams, Egittologo, Archeologo, Università di New York SHUNET EL ZEBIB 3 giugno ore 19.15 Matthew Adams, Egittologo, Archeologo, Università di New York SHUNET EL ZEBIB 8 giugno ore 19.15 James Westerman, Explorer of the Chicago Archaeological Society ANALISI ARCHEOLOGICA DELL’OSIREION Ultime scoperte nell’Osireion di Abydos 9 giugno ore 19.15 James Westerman, Explorer of the Chicago Archaeological Society ANALISI ARCHEOLOGICA DELL’OSIREION Ultime scoperte nell’Osireion di Abydos 16 giugno ore 18.00 Franco Naldoni, Esperto di Egittologia, Firenze LE ORIGINI DIVINE DELLA REGALITÀ Le Liste Regali 30 giugno ore 19.15 Francesca Manenti, Astrofisica, Museo di Scienze Naturali, Livorno Daniele Corradetti, Matematico, Firenze ASTRONOMIA EGIZIANA La Camera del Sarcofago dell’Osireion

Festival della Scienza (Grugliasco)

copertina1

In occasione dell’Anno dell’Astronomia e del II Festival della Scienza “INSEGUI LA TUA STELLA” al Parco le Serre di Grugliasco, l’Associazione Archeosofica è lieta di partecipare con due interventi dedicati alla storia dell’Astronomia. Riscoprire le meraviglie del cielo notturno. Il cielo stellato è oggi sempre più al centro dell’attenzione della scienza. L’uomo fin dai tempi più remoti ha rivolto il suo sguardo alla volta celeste. L’obiettivo del laboratorio, attraverso la proiezione di un filmato, è riproporre un viaggio nella storia di questa scienza che ha affascinato matematici, scienziati, filosofi e religiosi di tutti i tempi.

Nell’ambito del II° Festival della Scienza “INSEGUI LA TUA STELLA” l’Associazione Archeosofica presenta:

Conferenze

Ad ingresso libero, aperte a tutti
Armonia delle Sfere, l’astronomia agli albori della scienza.
Sabato 4 aprile 2009, ore 17:00, Dott. Daniele Corradetti
Origine e significato delle costellazioni
Domenica 5 aprile 2009, ore 11:00, Dott.ssa Francesca Manenti

Laboratori

Ad ingresso libero, aperti a tutti
Storia dell’astronomia I
Martedì 31 marzo 2009, ore 14:00 – 17.00
prof. Paolo Canini, ing. Paolo Bellero
Storia dell’astronomia I
venerdì 3 aprile 2009, ore 14:00 – 17.00
prof. Paolo Canini, ing. Paolo Bellero

ASSOCIAZIONE ARCHEOSOFICA

Sezione Nazionale

piazza dello Spirito Santo n°1
Pistoia
Tel.0573 21414
info@associazionearcheosofica.it


Non dimenticare di darci il tuo sostegno: anche tu puoi destinare il tuo 5 X Mille all'Associazione Archeosofica (A.P.S.) C.F. 94070510485